Che bello, dopo tanto, godersi un bel film al cinema. Paolo Cognetti sognava il Grande Nord ed io? Condivido la sua ricerca interiore e la voglia di godersi questo viaggio chiamato vita e mi chiedo che cosa stessi cercando quando entrai in crisi e che cosa sto cercando ora una volta uscita.

Possibile che l’animo artistico sia così irrequieto e non si accontenti di vivere la vita solo materialmente. Lo ritengo uno spreco. Vorrei lasciare la mia impronta su questa terra però con questo non intendo la fama. Di quella non mi importa. Mi nutro di emozioni scatenate dai miei quadri. Ecco la risposta. Dipingo ergo sum.

E dipingo me stessa, tutte le mie emozioni sono riposte nelle tele di varie dimensioni, di vari colori. Ho sperimentato negli anni numerose tecniche ed eccomi oggi a sperimentare ancora.

Vi condivido la fotografia di un quadro recente: la ballerina 60×120. Inutile dire tecnica mista su tela tanto non saprei definirla altrimenti. In questo periodo ho imparato a creare con quanto ho a disposizione a casa….usando anche la corda, adattabile a macramè e altre arti…mai pensato di incollarla sulla tela a creare contorni a piacimento…prima d’ora. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.